Il Vangelo della domenica

Seconda Domenica di Quaresima

25 febbraio 2018

 

 Il commento di Suor Chiara Elena

Clarisse Cappuccine “Trentatrè”

 

 

 

 

 Il Video-commento di Fra Raffaele Abagnale

Ordine Frati Minori Cappuccini

 

 

“Miracolo” dopo il sisma: ritrovate ostie consacrate intatte

 

 Rinvenute 40 particole perfettamente conservate: nessuna alterazione nel colore, nella forma e nell’odore
 
A più di un anno dal terremoto che ha colpito il Centro Italia, la città di Arquata del Tronto si trova a fare da sfondo a un evento prodigioso che qualcuno non ha esitato a definire miracolo: dentro il tabernacolo appartente a una chiesa crollata, è stata rivnenuta una pisside con decine di ostie consacrate, tutte intatte. Nessuna alterazione, di nessun tipo, sulle particole.
 

Papa: non sostituire letture liturgiche con articoli giornali

Nell’Udienza Generale Francesco continua le sue catechesi sulla Santa Messa e commenta un passaggio fondamentale della celebrazione: la Liturgia della Parola
 Papa: non sostituire letture liturgiche con articoli giornali

Le letture della messa sono quelle stabilite e non altre. Papa Francesco lo ha ricordato con forza all’Udienza Generale. “Alcuni ritengono che sia bene leggere il giornale, perché è la notizia del giorno. Ma il giornale lo possiamo leggere dopo”, ha osservato ricordando che “la proclamazione liturgica delle letture bibliche, con i canti desunti dalla Sacra Scrittura, esprime e favorisce la comunione ecclesiale, accompagnando il cammino di tutti e di ciascuno”.

I Laici Francescani di Sant’Eframo

È presente nella nostra parrocchia la parte laica della Famiglia Francescana ovvero, l’Ordine Francescano Secolare, denominato O.F.S. , composto dai professi perpetui; la Gioventù Francescana, GI.FRA., giovani fino ai 30 anni e gli Araldini, i più piccoli dagli 8 ai 14 anni.

La finalità dell’ordine è vivere da cristiani nel mondo, seguendo le orme del fraticello di Assisi.

La nostra vocazione ha come prerogativa essenziale, quella di vivere la fraternità, insieme ai fratelli e le sorelle che la compongono. È in essa che attingiamo la forza, attraverso attività come la preghiera, la formazione e la vita in comune, per poter affrontare il quotidiano, cercando di portare il vangelo agli altri e stare vicino a coloro che hanno bisogno di un sostegno, come peraltro gli impone la regola che seguono, approvata nei tempi nostri, 1978, da Papa PAOLO VI “PASSARE DAL VANGELO ALLA VITA E DALLA VITA AL VANGELO”.

Francesco d’ Assisi ha lasciato, nel proprio testamento il compito di essere presenti fattivamente nella chiesa locale, la Parrocchia. Infatti non manca l’impegno delle fraternità O.F.S., GI.FRA. Araldini, al fianco del parroco: vedi Caritas parrocchiale, percorso pre-Matrimoniale, catechismo prima Comunione e Cresima, assistenza agli anziani ed i momenti liturgici particolari.